Cuore nero
0 1
Libri Moderni

Avallone, Silvia

Cuore nero

Abstract: Con l’amore che solo i grandi autori sanno dedicare ai propri personaggi, Silvia Avallone ha scritto il suo romanzo più maturo, una storia di condanna e di salvezza che indaga le crepe più buie e profonde dell’anima per riempirle di compassione, di vita e di luce. L’unico modo per raggiungere Sassaia, minuscolo borgo incastonato tra le montagne, è una strada sterrata, ripidissima, nascosta tra i faggi. È da lì che un giorno compare Emilia, capelli rossi e crespi, magra come uno stecco, un’adolescente di trent’anni con gli anfibi viola e il giaccone verde fluo. Dalla casa accanto, Bruno assiste al suo arrivo come si assiste a un’invasione. Quella donna ha l’accento “foresto” e un mucchio di borse e valigie: cosa ci fa lassù, lontana dal resto del mondo? Quando finalmente s’incontrano, ciascuno con la propria solitudine, negli occhi di Emilia – “privi di luce, come due stelle morte” – Bruno intuisce un abisso simile al suo, ma di segno opposto. Entrambi hanno conosciuto il male: lui perché l’ha subito, lei perché l’ha compiuto – un male di cui ha pagato il prezzo con molti anni di carcere, ma che non si può riparare. Sassaia è il loro punto di fuga, l’unica soluzione per sottrarsi a un futuro in cui entrambi hanno smesso di credere. Ma il futuro arriva e segue leggi proprie; che tu sia colpevole o innocente, vittima o carnefice, il tempo passa e ci rivela per ciò che tutti siamo: infinitamente fragili, fatalmente umani.


Titolo e contributi: Cuore nero / Silvia Avallone

Pubblicazione: Milano : Rizzoli, 2024

Descrizione fisica: 359 p. ; 22 cm

Serie: La scala

ISBN: 9788817184601

EAN: 9788817184601

Data:2024

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Opera:
Serie: La scala

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 853.92 NARRATIVA ITALIANA. 2000- (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2024

Sono presenti 16 copie, di cui 15 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
San Miniato, Ponte a Egola NAD 853.92 AVA SM168-67366 In prestito 13/06/2024
Pisa SMS 850 AVAL cuo 0250-90414 In prestito
Santa Maria a Monte 853.92 AVA cuo 0100-22218 In prestito 04/07/2024
Vicopisano 853 AVA 5 0030-31782 In prestito 03/07/2024
Pontedera, Giovanni Gronchi NARRATIVA 853 AVA cuo 0010-89750 In prestito 12/06/2024
Lari na 853.92 AVAL 4 0070-17870 In prestito 08/07/2024
San Miniato, BiblioCoop NAD 853.92 AVA CUO 0041-686 In prestito 04/07/2024
Pisa, BiblioCoop Cisanello 800 AVAL 0051-133 In prestito 11/07/2024
Cascina 853.92 AVA 0020-34655 In prestito 11/07/2024
Terricciola 853.92 AVA 0220-17102 In prestito 01/07/2024
Calcinaia
  • Nota relativa all'esemplare: Bibliolandia
853.9 AVA CAL
0120-24295 In prestito 08/07/2024
Chianni 853.92 AVA 0130-7411 In prestito
Cascina, BiblioCoop 850 AVA 0025-2184 In prestito 03/07/2024
Crespina Narrativa adulti 853.92 AVA 4 0090-408355 In prestito
Ponsacco 853.92 AVA cuo 0110-25432 In prestito 24/06/2024
Peccioli, Fonte Mazzola 853.92 AVA 0210-11790 In prestito 25/06/2024
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Tra le mura di un borgo piemontese, Bruno ed Emilia si incontrano: l'uno vittima, l'altra carnefice, sono entrambi in cerca di un rifugio dal proprio passato. Il nuovo romanzo di Silvia Avallone ribalta i ruoli e parla dei sorprendenti limiti che solo l'amore può superare...

Sassaia è un piccolo borgo nella Valle Cervo, un paesello sconosciuto ai più che si può raggiungere solo a piedi, attraverso una strada sterrata e nascosta.

È il luogo perfetto in cui riposare, allontanarsi dal presente e dal rumore delle macchine. Un posto in cui staccare da tutto o scappare da sé stessi e dal proprio passato. Ma è davvero possibile farlo?

Un giorno giunge a Sassaia una ragazza di trent’anni: si chiama Emilia e ha con sé molte valigie e un accento diverso. Da dove viene e cosa la spinge fino a quel borgo incastonato tra i monti? Bruno, che assiste al suo arrivo, non sospetta ancora l’importanza stravolgente che questo incontro rappresenterà nella sua vita.

Cuore Nero, il nuovo romanzo di Silvia Avallone edito da Rizzoli, è appena uscito e già la sua vicenda ci appassiona. L’incipit rivela quella speciale attenzione che la scrittrice ama dedicare ai suoi personaggi, qui prova di una nuova maturità letteraria raggiunta.

Dopo il successo di Acciaio (secondo classificato al Premio Strega 2010 dopo Canale Mussolini, diventato anche un film per la regia di Stefano Mordini), e l’amicizia tra i casermoni di Piombino tra Anna e Francesca, questa volta fronteggeremo due personaggi che provano a lasciarsi alle spalle un passato difficile e problematico. Bruno ed Emilia sono simili e diversi allo stesso tempo, lo stesso sguardo vuoto che nasconde la paura di rivivere quello che è stato, uno dalla parte della vittima, l’altra da quella del carnefice.

Silvia Avallone lo sottolinea nell’intervista, in Cuore nero ha provato a ribaltare i ruoli, compiendo il salto verso un personaggio femminile che non ha subito il male ma che lo ha fatto, ha pagato con quindici anni di carcere minorile e adesso si nasconde in un luogo lontano. Bruno, invece, è l’occhio e la voce del narratore: lui che fugge dalla vita e si priva di ogni possibile conoscenza, sarà costretto a mettere in discussione ogni suo forzato limite perché di fronte all’amore, che poi è la vita che bussa, si può solo scegliere di aprire la porta.

Si tratta di fiction, di invenzione, se pur la vicenda si arricchisce di elementi legati all’esperienza della sua scrittrice, ma di fronte al male commesso e alla ricerca di una redenzione sorge lo stesso un grande interrogativo: come si fa a riparare l’irreparabile? Per fortuna la letteratura è un luogo in cui tutto è possibile, in cui faccia a faccia con i personaggi che escono dalle loro avventure, si finisce – quando il libro è un gran libro – per conoscere qualcosa in più di noi stessi, e vale tanto per gli scrittori, quanto per i lettori.

L’istinto di Silvia Avallone l’ha portata sulle pendici di Sassaia alla scoperta di due vite che cercano un riparo: ne è nato un libro travolgente, che chiede di metterci in discussione per capire la purezza di uno sguardo che ama al di là di ogni ombra e di ogni male.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.