martedì 11 dicembre 2018

Bibliolandia - Rete documentaria della Provincia di Pisa


Cerca in altri cataloghi

Bibliolandia

Organizzazione e atti

Area riservata




Il forum dei bibliotecari


San Miniato (biblioteca)

News

D'OTTOBRE IN BIBLIOTECA
Musica, letture e altro... Sabato 13 e venerdì 19 ottobre apertura straordinaria della Biblioteca "M. Luzi" di San Miniato.

San Miniato - "O giovani ardenti d'italico amore". Letture sul Risorgimento
Mercoledì 16 marzo, ore 21-24, Biblioteca comunale "M. Luzi", San Miniato

San Miniato
Calendario incontri circolo di lettura 2011

San Miniato
Orari festività natalizie

San Miniato
Martedì 23 novembre, ore 18,30, Sala del Consiglio. Presentazione del libro:

ARCHIVIO

Dove

Loggiati San Domenico 8
56028 San Miniato
Comune di San Miniato

Contatti

Tel. 0571 400783 Fax 0571 406710
E-mail: prestito@comune.san-miniato.pi.it
Sito web
Responsabile: Massimo Gabbrielli
Staff: Massimo Gabbrielli (mgabbrielli@comune.san-miniato.pi.it); Laura Del Cancia (lauradelcancia@comune.san-miniato.pi.it); Annamaria Vezzosi (biblioteca.smbasso@comune.san-miniato.pi.it); Laura Guiducci (lguiducci@comune.san-miniato.pi.it)

Quando

Accesso al pubblico? si
Modalità di apertura? apertura ordinaria
Orario:
Dal Lunedì al Venerdì 9-13 / 15-19
Sabato 9-13



Storia, informazioni e curiosità

 

Loggiati di San Domencio        Il Sistema bibliotecario         Ingresso biblioteca

Il sistema Bibliotecario comunale di San Miniato è attualmente costituito da tre poli di prestito e consultazione: la sede storica di San Miniato e le due biblioteche di San Miniato Basso e Ponte a Egola, che sono state attivate per offrire due punti di lettura e prestito specializzati e dislocati in maniera diffusa sull'intero territorio.

Il nucleo più antico del sistema è costituito dalla biblioteca di San Miniato che nasce in seguito alle leggi eversive introdotte dallo Stato Italiano nel 1866: infatti, la secolarizzazione dei beni ecclesiastici fece confluire nei luoghi comunali l’ingente patrimonio bibliografico delle corporazioni religiose soppresse. Fu il medico sanminiatese Misael Pieragnoli, socio dell’Accademia degli Euteleti, che provvide alla cernita e all’ordinamento dei numerosi volumi e che riuscì ad aprire la biblioteca al pubblico nel 1875. Con il suo successore, l’avvocato Carlo Augusto Conti, anch’egli impegnato nell’Accademia degli Euteleti, la Biblioteca Comunale venne spostata, nel 1893, nella prestigiosa sede del Convento di San Domenico: in questa occasione il direttore onorario e il suo assistente Agostino Volpini curarono la catalogazione del materiale librario, il riordinamento per formato sui palchetti, la creazione di una sezione locale e la stesura del primo regolamento, approvato il 2 novembre 1894, che consentì la definitiva apertura al pubblico. La biblioteca, negli anni a seguire, mantiene inalterato il suo impianto, anche  grazie alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale e degli organi istituzionali della città.

La storia più recente della biblioteca ha inizio nel 1981, quando la sede viene trasferita dal primo piano al piano terra dell’edificio dell’ex convento di San Domenico, ottenendo così un più facile ed immediato accesso per il pubblico. In seguito a questa operazione, si provvide anche alla catalogazione dei fondi librari ed alla sistemazione degli stessi a scaffali aperti, secondo il sistema di classificazione Dewey. Il riordino e il completamento dei cataloghi richiesero circa due anni, e, all’inizio del 1983, furono inaugurati i nuovi locali e la biblioteca venne riaperta definitivamente al pubblico. A metà del 1992 fu completato l’inserimento delle schede del catalogo cartaceo nel catalogo informatizzato TECA. Nel 1992 la biblioteca di San Miniato inizia a collaborare con due istituzioni già presenti sul territorio, gestite da associazioni di volontariato: la biblioteca della "Casa culturale", fondata nella prima metà degli anni '70, e la biblioteca dell'associazione "Egolandia", istituita alla fine degli anni'80. Dal 1993, grazie alla riprogettazione di tutto il sistema e alla totale assunzione gestionale da parte dell'amministrazione comunale, attraverso l'impiego di personale specializzato, la biblioteca diventa il fulcro di un Sistema Bibliotecario che comprende, oltre alla sede storica di San Miniato, anche le biblioteche di San Miniato Basso (situata nei nuovissimi locali di via E. De Amicis 34) e Ponte a Egola (che ha sede nel palazzo dell'ex Conceria dell'Orologio, in via I Maggio 64), concepite per offrire due punti di lettura e prestito specializzati e dislocati in maniera diffusa sull'intero territorio. In particolare, la biblioteca di San Miniato Basso è specializzata nella letteratura per ragazzi e quella di Ponte a Egola è sede del patrimonio audiovisivo. Nel novembre 2010 la sede di San Miniato è stata intitolata al poeta Mario Luzi.

Il momento della scopertura della lapide da parte di Chiara Rossi (ass. comunale) e Silvia Pagnin (ass. provinciale). San Miniato, 6 novembre 2010

Oggi le tre biblioteche del sistema interagiscono tra di loro tramite la circuitazione del materiale e delle informazioni, al fine di favorire l'accesso ai propri servizi a tutti i cittadini. Dal 1994, il Sistema bibliotecario organizza progetti di promozione alla lettura specifici per gli alunni delle scuole materne, elementari e medie, ottenendo, grazie anche ad un capillare servizio di prestito scolastico, buoni risultati sul piano della crescita della lettura di base. Grazie a queste iniziative, in questi anni il pubblico dei giovani lettori ha avuto modo di conoscere da vicino alcuni tra i più importanti scrittori italiani: Guido Quarzo, Roberto Piumini, Angela Nanetti, Giusi Quarenghi, Sebastiano Mignone, Anna Lavatelli, Bruno Tognolini, Simone Frasca, Chiara Rapaccini, Domenica Luciani, Cristina Brambilla, Anna Sarfatti, Luigi Garlando, Loredana Frescura, Paola Zannoner, Guido Sgardoli.

Guido Quarzo Guido Sgardoli  Simone Frasca

Nel 1999 collabora alla fondazione della rete bibliotecaria Bibliolandia, poi allargatasi a rete provinciale, e partecipa ai servizi della rete. Dal 2007, sono state infine informatizzate tutte le operazioni di gestione, attraverso l'acquisto del pacchetto LIBERO della Infologic srl.

L’intera dotazione documentaria comprende oggi circa 59.000 elementi, di cui: 1.200 edizioni dei sec. XV-XVIII, 1.500 edizioni del sec. XIX e inizi XX,  circa 54.000 edizioni moderne, 1000 DVD, 600 CD musicali e 400 film in VHS, reperibili nelle banche dati consultabili on line o in sede. Il sistema bibliotecario cura l’informazione aggiornata con l’abbonamento a 5 quotidiani, tra cui 2 di interesse locale e 93 periodici.
I servizi offerti agli utenti sono: consultazione di materiale a stampa e banche dati, prestito, prestito interbibliotecario, Internet, stampe di dati, scarico dati su dischetto e fotoriproduzione. La biblioteca offre inoltre, periodicamente, informazioni sulle novità e sulle attività culturali, anche on line.
Il patrimonio bibliografico, catalogato secondo le norme previste dalle R.I.C.A., I.S.B.D.(m), I.S.B.D (er) e classificato secondo la 21. edizione della CDD, è suddiviso in varie sezioni e collezioni, diversificate a seconda delle tipologie e delle sedi di appartenenza.
Il sistema bibliotecario è iscritto all'Associazione Italiana Biblioteche e aderisce alla rete bibliotecaria della provincia di Pisa Bibliolandia.

 Interno sala 1

 SERVIZI IN SEDE

 

  • consultazione cataloghi: quasi tutto il patrimonio documentale del Sistema bibliotecario è contenuto nel database LIBERO, aggiornato in tempo reale e consultabile anche on line. Il catalogo indica, in ogni momento, disponibilità e localizzazione dei documenti.Il Fondo antico, lo spoglio dei periodici della Sezione locale e il Fondo delle edizioni del XIX secolo non sono contenuti nel database e sono consultabili solo in sede dietro richiesta agli operatori.
  • lettura in sede: I servizi di lettura sono a disposizione di tutti i cittadini. L'accesso alle sale di lettura è libero e non necessita di iscrizione al prestito
  • prestito: 30 giorni per libri, 7 giorni per audiovisivi, risorse elettroniche e periodici
  • - prestito interbibliotecario il sistema bibliotecario offre ai propri iscritti l'opportunità di accedere al patrimonio bibliografico

c/o Unione Valdera, via Brigate Partigiane, 4 - 56025 Pontedera (PI)
Tel. 0587 299527 - bibliolandia@unione.valdera.pi.it - P.I 01897660500

Design by JPserviziweb e Digitech Group